logo

Dove Siamo

  • fabbro Forlimpopoli
  • Indirizzo: via Forlimpopoli Centro, 1
  • Provincia: FC
  • Città: Forlimpopoli
  • Cap: 47034

Fabbro Forlimpopoli

featured image

Cerchi un fabbro a Forlimpopoli?

Questo spazio web potrebbe esserti utile! Chiamaci subito ottieni maggiori informazioni.

Sei un fabbro? Fa sapere a tutti che sei il migliore fabbro a Forlimpopoli e fatti trovare da chi non ti conosce ancora.

Contattaci





In zona puoi trovare anche:

ARTEFERRO DI SIMONE EVANGELISTI

VIA ENRICO BERLINGUER, 45
47034FORLIMPOPOLI (FC)

Tel. 0543742418

CROCIANI RODOLFO

VIA SETTECROCIARI, 3152
47522CESENA (FC)

Tel. 0547335277

METALCONTINUA DI LAPENNA ANTONIO & C. S.A.S.

VIALE 2 AGOSTO, 160
47032SANTA MARIA NUOVA (FC)

Tel. 0543448363

RICCI FERNANDO

VIA COSTANZO II, 14
47122FORLI' (FC)

Tel. 0543774978

TARABUSI MARINO

VIA DELLE SORGENTI, 95
47011CASTROCARO TERRA SOLE (FC)

Tel. 0543769261

TARABUSI MARINO

VIA G. MENGOZZI, 21
47011CASTROCARO TERRA SOLE (FC)

Tel. 0543766914


Come trovare un fabbro a Forlimpopoli

Serve un fabbro a Forlimpopoli. Come fare? Tra i numeri utili dell’agenda telefonica non manca mai quello dell’idraulico e dell’elettricista di fiducia ma spesso ci si dimentica del fabbro. Di solito ci si accorge della dimenticanza proprio nel momento in cui ne abbiamo assoluto bisogno. I casi in cui è necessario avere urgentemente il numero di telefono di un fabbro sono molti. Ad esempio quando la chiave della porta blindata si rompe nella serratura, o quando le persiane di casa si rifiutano di aprirsi oppure se si rompe il cancello d’entrata della propria abitazione. Per le emergenze è buona cosa avere il numero di un fabbro disposto a uscire anche nelle festività e nelle ore notturne perché le serrature delle porte blindate si possono rompere anche nei week end oppure quando si rientra a sera tardi e il mattino seguente bisogna uscire presto per andare al lavoro. Tutto ciò che ha a che fare con saldature, serrature e chiavistelli ha necessità di avere come manutentore una persona che abbia l’esperienza di un fabbro.

Conoscere un buon fabbro è utile anche quando non c’è l’emergenza. Importanti sono soprattutto le manutenzioni di cancelli e porte e un fabbro può, oltre ad effettuare le manutenzioni necessarie e quelle di legge, dare ottimi consigli su ogni tipo di meccanismo che possedete. Oppure può consigliarvi con perizia quando decidete di acquistare una nuova porta, un cancello o una cassaforte.

La scelta è molto ampia e sarà possibile certamente trovare il fabbro che si sta cercando, adatto alle proprie esigenze, consultando anche le proposte presentate online.

Per evitare disguidi o malintesi consigliamo di contattare direttamente il fabbro in modo da sapere in modo dettagliato tutti i servizi offerti e per sincerarsi che garantisca quanto offerto.

Scopriamo la bellezza di Forlimpopoli

Situata nella provincia di Forlì-Cesena, Forlimpopoli è una ridente località dell’Emilia Romagna, compresa tra pianure verdi, montagne e mare. Dalle antiche origini storiche, dell’area dove sorge l’attuale Forlimpopoli, si hanno notizie sin dal periodo noto come “”Paleolitico Inferiore“”.

Nota con il nome di Forum Popili durante l’età romana, Forlimpopoli già in tempi antichi, era nota per la sua posizione strategica – essendo in prossimità della via Emilia – e per lo sviluppo delle sue attività agricole e artigianali, come ben testimoniano le centinaia di anfore rinvenute nel luogo. Importante sede vescovile durante il V secolo, Forlimpopoli vide il suo prestigio e la sua importanza scemare nel corso dell’Alto Medioevo, allorché le frequenti inondazioni indussero i contadini a cercare zone decisamente più fertili e sicure.

Nella Città Artusiana, nota per aver dato i natali al celebre scrittore e gastronomo Pellegrino Artusi, di certo non mancano gli spunti di visita. Tra le principali attrazioni di Forlimpopoli troviamo, innanzitutto, la Rocca Albornoziana. Dall’imponente pianta quadrata che abbellisce la piazza principale della città, la Rocca ospita il Municipio di Forlimpopoli ma, soprattutto, il Museo Archeologico Aldini, ricco di manufatti, anfore e reperti trovati nelle vicinanze.

Ma Forlimpopoli è celebre anche per la sua raffinata gastronomia: proprio nella città Artusiana, infatti, è ospitato il “”Centro di cultura Gastronomica“”, interamente incentrato sull’arte di mangiar bene. Tra gli appuntamenti da non perdere a Forlimpopoli, la Festa Artusiana con degustazioni e rassegne ispirate a Pellegrino Artusi.

Innovazione. Le ferramenta e il fabbro

Il fabbro è un artigiano che si occupa di costruire oggetti in metallo. Questa è la definizione che Wikipedia dà del lavoro di questo artigiano di cui non ci accorgiamo di aver spesso bisogno. Nel nostro mondo il fabbro è generalmente un operaio specializzato che lavora in grandi aziende, inserito in un sistema di produzione industriale per la quale è impossibile dedicarsi alle piccole esigenze. Per questo esistono le ferramenta, negozi o magazzini che mettono disposizione del pubblico dei servizi e dei prodotti già lavorati. Le nostre case, specialmente quelle nuove, sono costruite su misure standard, che facilitano molto la ricerca di pezzi di ricambio che si possono per l’appunto trovare nelle ferramenta. Uscire dagli standard di costruzione si può, ma ci si condanna alla difficile ricerca di pezzi di ricambio speciali e della costosa costruzione manuale dei serramenti.

Fabbri e ferramenta sono legati e conoscere un fabbro che ha anche un negozio ben fornito di ferramenta vuol dire assicurarsi un modo per avere di pezzi di ricambio importanti a costi più bassi sia per la propria abitazione sia per la propria attività. In casa abbiamo pezzi di ferramenta di ogni tipo e non sempre si può contare sulla propria capacità di ingegnarsi con il fai da te. Certe volte vi è davvero bisogno di un professionista in grado di indirizzarci verso il pezzo più adatto. Per fare alcuni esempi. Le maniglie delle porte. Se si hanno in casa dei bambini, ad esempio, è meglio scegliere dei pezzi più robusti e con finiture che non siano angolari.

Dove trovare un fabbro a Forlimpopoli? Segui i consigli di questo spazio web

Come si diventa fabbro

Se vuoi fare il fabbro a Forlimpopoli è necessario sapere come si ottiene l’abilitazione per questo antichissimo mestiere. Innanzi tutto bisogna dire che il fabbro è un mestiere che è cambiato molto ne tempi. Un tempo, quando non esistevano le macchine il fabbro era l’unico abile a fondere e forgiare i metalli. Il suo compito era costruire spade e armature, ferri e gioghi per i cavalli e per i buoi, costruiva aratri, ma anche chiavi posate e serrature. I tempi sono cambiati e l lavoro del fabbro esiste ancora ma è cambiato adattandosi ai tempi moderni.

Oggi, per accedere alla professione di fabbro è necessario svolgere un periodo di apprendistato, presso una bottega o un’azienda in cui si lavora il ferro. L’esperienza lavorativa diretta si acquisisce tramite l’insegnamento pratico da parte di fabbri più esperti. Si possono anche seguire corsi di formazione riconosciuti sui metodi di forgiatura del metallo, taglio e saldatura che attribuiscono, alla loro fine un attestato professionale. Un buon fabbro ha una buona conoscenza delle caratteristiche chimico-fisiche dei metalli, delle norme dell’antinfortunistica, della sicurezza e dell’igiene sul lavoro. Conosce cioè a fondo la legge 626/94. Deve avere anche nozioni di meccanica e di termodinamica.

Quindi deve conoscere i trattamenti effettuabili sui metalli le loro caratteristiche e la loro utilità. Infine, un buon fabbro deve conoscere tutte le caratteristiche dei prodotti e dei trattamenti cui sono stati sottoposti pria della commercializzazione. Il fabbro deve anche avere un’ottima manualità, creatività, amore per la precisione e flessibilità. In più la natura deve averlo dotato di un fisico potente e di una muscolatura ben predisposta, perché si tratta comunque di un lavoro che necessità di una bella dose di forza fisica.

Per avere altre informazioni sul mestiere del fabbro a Forlimpopoli, puoi consultare questo spazio internet.

Come scegliere un fabbro

Se vuoi contattare un fabbro a Forlimpopoli il mezzo migliore è il telefono. Il contatto diretto con un artigiano è ancora il mezzo migliore. Al telefono poi potete lasciagli la vostra mail, fissare un appuntamento o una visita sul luogo o dargli i riferimenti per mandarvi un preventivo. Per coprire le offerte migliori, quelle che poi, una volta fatte, non deludono, bisogna essere pazienti. Il metodo migliore è quello di contattare diversi artigiani, farsi dare almeno 3 preventivi, illustrando il vostro desiderio. Il primo punto da affrontare è il range di costo del lavoro che volete fare. Le ricerche su internet sono un ottimo metodo per farsi un’idea generale del costo di un lavoro. Poi in realtà i costi cambieranno, spesso tenderanno ad essere più alti. Questo succede perché su internet si tende a cercare di attrarre i clienti promettendo prezzi più bassi di quelli reali.

La ricerca internet preventiva vi fornirà comunque una base per capire quale è il reale costo di ogni servizio offerto. Inoltre servirà per avere una maggiore confidenza con il tipo di lavoro richiesto e per fare le giuste domande ai fabbri che avete contattato. Le risposte che vi daranno, valutate in base a quanto avete saputo da internet, vi permetteranno di individuare l’artigiano che vi convince di più e che vi ispira fiducia. Un altro punto importante da valutare nello scegliere i fabbri da contattare è la loro vicinanza al luogo in cui effettuare il lavoro. Più saranno lontani, infatti, e più crescerà probabilmente il costo del lavoro

Volete trovare il fabbro che fa per voi e che vi ispiri fiducia? Potete consultare questo spazio web per cercare un fabbro a Forlimpopoli.

Cosa non deve mancare al fabbro

Alcuni attrezzi che non mancano nella bottega del fabbro di Forlimpopoli. Non siamo più abituati a pensare ad una bottega del fabbro tradizionale. Oggi il fabbro lavora in un capannone della zona industriale e il battere del martello sull’incudine non è più uno dei rumori che accompagnavano la giornata nei paesi e nei quartieri della città. Però il fabbro ha ancora bisogno di alcuni attrezzi, anche se trasformati e migliorati dall’ innovazione tecnologica degli ultimi due secoli.

L’incudine, il martello, il mantice e la forgia. Le incudini stesse hanno cambiato forma e sono diventate macchine industriali. Anche il martello, anche se serve ancora per le rifiniture manuali del metallo, ha molta meno importanza di un tempo. La forgia, cioè il braciere che serviva a fondere il metallo ha subito tantissime trasformazioni, diventando un altoforno. Infine, a partire dalla seconda metà del ventesimo secolo, la forgia e l’altoforno sono diventati un forno elettrico ad arco. Lo si usa ancora oggi nelle acciaierie artigiane. Fu inventato a Brescia. All’inizio era utilizzato per produrre solo barre, ma poi l’uso si è espanso e sono stati creati forni per prodotti piatti e pesanti che un tempo erano esclusiva delle grandi acciaierie. Il metallo fonde sempre alle stesse temperature, ma con tanti accorgimenti si è riusciti a creare leghe di metallo, come l’acciaio inox, che fondono a temperature più elevate ed è quindi più duro e resistente.

Il mantice era un soffietto manuale che mandava aria all’interno del metallo fuso per aumentare la presenza di ossigeno, azoto e carbonio all’interno del metallo fuso. Il principio è valido ancora oggi. Al suo ci sono apparecchi che soffiano azoto nel metallo. Le varie innovazioni tecnologiche hanno riguardato tutta la strumentazione dei fabbri. In tutto questo, però non bisogna dimenticare che il fabbro artigiano in grado ancora di forgiare a mano gli oggetti di metallo è in realtà un artista che merita un riconoscimento particolare e che gli oggetti che crea sono in realtà opere d’arte.

Se sei interessato a un fabbro a Forlimpopoli? Puoi approfondire l’argomento con gli artigiani presenti su questo spazio web.